domenica 20 novembre 2011

LINDA McCARTNEY PHOTOS AND HARMONIES

Ho i miei limiti. Davanti alle sue foto e alle foto di lei non trattengo l'ammirazione.
Tutto è cominciato con un cd uscito da uno dei pacchi che arrivano a casa da Amazon, Paul McCartney Archive Collection*. Era nello stereo e suonava, mi piaceva, l'ho prelevato dalla zona ascolto (dove Luca mette i cd "in ascolto", appoggiati di faccia) e ho visto la copertina:


Il resto, oltre l'ascolto, cioè le foto nel booklet scattate dalla moglie Linda, è stato amore a prima vista. Questo è fare fotografia come piace a me, è così che mi vorrei saper ricopiare il modo con la macchina fotografica. E poi mi identifico in questa idea di mondo così intima e quotidiana e allo stesso tempo condivisibile con tutti, come se fosse implicito che la bellezza condivisa è bellezza elevata al cubo e non solo per esibizionismo e compiacenza. La bellezza condivisa, anche se è solo la propria personale visione della bellezza, si aggiunge a quella degli altri e rende tutto più estetico in un circolo virtuoso di scambi di idee e di ammirazione reciproca. Un feedback continuo e rispettoso, positivo, costruttivo e in evoluzione. Questa è anche la mia idea di progresso.
Ora aspetto solo che Qualcuno mi regali il libro di fotografie di Linda McCartney, tanto per avere un oggetto in più che mi gira per casa, visto che ormai quegli scatti li conosco a memoria e influenzeranno per un bel po' la mia scrausa arte fotografica.

Photos and harmonies by Linda McCartney 
(from Tumblr)




*update
Dalla regia mi dicono che sono stata imprecisa: il titolo dell'album è Paul McCartney. "Archive collection" è il nome della collezione di ristampe.
















11 commenti:

  1. la terza foto e la sesta sono strepitose, così piene di vento e di luce e di intensità.

    RispondiElimina
  2. Intensità e luce, catturate in modo unico e personale.

    RispondiElimina
  3. Molto interessante, strana coincidenza: anche Yoko Ono è una fotografa eccezionale

    RispondiElimina
  4. Nei confronti di Yoko Ono non riesco a superare del tutto il pregiudizio dell'accentratrice ma forse è solo invidia :-)

    RispondiElimina
  5. ps Anna e Pa, sentitevi il disco!

    RispondiElimina
  6. Grazie signora Taschen per farci dono di opere rispettabili per 15 euro e meno. Ne guardavo giusto ieri il catalogo e appunto della McCartney mi pare ci fossero dei volumi speciali limitatissimi da duemila euro. Sticazzi, permettetemi. Una discreta fotografa, si, ma per me un po' troppo messa sull'altarino. La sesta, comunque, è una bomba. Mi fa pensare ad un misto tra James Blake ed Iron and Wine.

    RispondiElimina
  7. L'altarino è il contesto. Il fatto che i suoi soggetti siano così interessanti è un fatto fortunato della sua vita che lei ha saputo trasformare in arte, che poi sia discreta sono d'accordo ma il discreto mi è sempre stato più simpatico dell'ottimo! Tuttavia ciò non giustifica i duemila euro: i Beatles giustificano i duemila euro e anche chi ha duemila euro da spendere. Io personalmente mi sento già una cretina a desiderare di possedere un libro di foto in più ma ho anche molti smalti e molti stivali e molte ballerine, se è per questo :-)

    RispondiElimina
  8. Il bellissimo cd di Paul McCartney (la prima foto con la scodella e i pomodori, o ribes, è la copertina) che ha le foto di Linda nel booklet.

    RispondiElimina
  9. Per fortuna i Beatles mi sono sempre stati molto antipatici, per quanto musicalmente siano storia.

    RispondiElimina
  10. Allora è un'altra questione :-)

    RispondiElimina

♡ Thank you so much for your comment! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ULTIMI PUBBLICATI