sabato 21 gennaio 2012

RAZIONALIZZARE


Una delle mie parole preferite e forse quella che uso più spesso in molti contesti è “razionalizzare”. 
Mio padre ha provato per anni a insegnarmi a farlo e ha ottenuto scarsissimi risultati anche se questa continua insoddisfazione razionalizzante per me è molto positiva: anziché scoraggiarmi mi spinge a provare e riprovare.
Una delle tante cose che non riesco a razionalizzare come vorrei è il contenuto di zio Mac, eppure tra le immagini indelebili della mia infanzia, a causa del lavoro del Max, c'è la schermata di Dos.
Per questo ho adorato Pinterest e la potenza razionalizzante a portata del perfetto idiota (come me): tutto ciò che mi colpisce della rete e che potrebbe potenzialmente servirmi da ispirazione futura lo schiaffo in una cartella con una parola chiave senza sovraccaricare il mio hard disk che è già obeso. Questo archivio è pieno di cose frivole ma anche di idee utilissime per la scuola che è il mio pensiero fisso di ogni minuto oltre al mio coinquilino, alla mia famiglia, a Mio Morbidus, ai miei amici e a mille innumerevoli inutilità.
Ecco qualcosa che si può mettere in un achivio online secondo me.
L'idea per la spalliera di un letto e per un vassoio portacolazione DIY.



Uno dei tanti modi per sfruttare un oggetto che io ritengo versatilissimo, il bancale (io li ho usati così per il giardino, la foto invece viene dal blog 79ideas.org).




Lo spunto per un letto a baldacchino DIY e per delle tende con pinces (79ideas.org).




Un modo per non usare le solite lettere prestampate mandate dalle case editrici che campeggiano uguali in tutte le classi prime e magari quelle mollette potrebbero essere colorate dagli alunni stessi (etsy.com).




L'idea per dei vasi per i fiori recisi anche se io non amo i fiori recisi, escluso i tulipani, (countryliving.com).




Cose che si possono mettere come contenitori sulla cattedra, modificando il coperchio dei Bormioli (tutti sanno che adoro i Bormioli) e incollando con l'attack quei fregnetti che si trovano nelle buste in edicola (che quotidianamente sequestro a qualche alunno) dipingendoli con un unico colore insieme al coperchio (ohdeedoh.com):



Un modo originale e monoporzione per presentare le patate al forno: riutilizzando un barattolo di pelati senza etichetta, con un foglio di carta da forno e un ramo di rosmarino.



Un bracciale indiscutibilmente bello da comprare a Parigi (lagarconne.com).







8 commenti:

  1. Adoro questo tuo modo di scrivere e il riutilizzo in generale... ma xè se lo metto in soggiorno io un bancale sembro una pezzente e invece qui è così deliziosamente design? ;)

    Anna

    RispondiElimina
  2. Va contestualizzato e soprattutto valorizzato, secondo me! Io li ho usati per il giardino così: http://www.alessandradelbono.com/2010/08/hortusi.html
    Baci Anna e grazie Mggn!

    RispondiElimina
  3. lo sanno tutti che hai stile, e qui lo dimostri. non sei mai troppo leziosa nè pacchiana. ottimo.

    RispondiElimina
  4. Pa: non è che semplicemente incontro il tuo gusto :-)?

    RispondiElimina
  5. non so. il mio gusto è leggermente diverso, sai? cioè, ad esempio io non sono minimal, e non amo che la mia casa sia troppo bianca, ma molto colorata e pienissima di cose.

    RispondiElimina
  6. Allora è un vero vero vero complimento!!

    RispondiElimina

♡ Thank you so much for your comment! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ULTIMI PUBBLICATI