martedì 1 maggio 2012

MYMOTIVI CONTRO LA SINDROME DA DECOUPAGE

Due settimane fa WeAreSocial mi ha scritto a proposito di una capsule collection di Motivi che verrà presentata in anteprima il 3 Maggio, My Motivi My T-shirt.
Innanzi tutto l'espressione capsule collection pare vada molto di moda di questi tempi: si tratta di un insieme di pochi articoli versatili e facilmente abbinabili ideati da un unico designer.
In questo caso si tratterà di una collezione di T-shirt realizzata da Motivi con l’illustratrice e copywriter Veronica Pozzi.

Ora voi coraggiosi e fedeli lettori del mio blog vi starete chiedendo cosa c'entra la moda e cosa c'entrano le T-shirt con il mio blog, a meno che non si tratti di T-shirt monospalla ricavate da una T-shirt con il logo di una band ormai andata. Me lo sono chiesta anche io, sul serio, nonostante tra le cose interessanti della proposta ci fosse l'invito a partecipare al party di anteprima e io avessi appena ottenuto, con uno scambio vantaggiosissimo, le perfette scarpe per un party di anteprima. Ovviamente ho pensato che quelli di WeAreSocial abbiano voluto di offrirmi l'unica occasione delle mia vita per indossale. Ma, un po' come Cenerentola, non ci posso andare perché voglio stare con i miei topini: Mattia, Valentina, Lorenzo, Valerio E., Valerio P., Valerio M., Angelica, Francesca, Beatrice, Matteo, Alice D., Alice P., Alice M., Andrea P., Andrea R., Alessandro, Sofia, Lucrezia,...

In realtà il motivo per cui ho accettato è assolutamente ludico e in linea con quello che ritengo sia lo stile del mio blog.
Ho pensato a tutti i discorsi che facciamo a cena io e le mie amiche. Tra tutti i discorsi c'è quello sul desiderio di esprimere la nostra creatività, ritagliarci uno spazio ludico, coltivare il nostro lato infantile e leggero, sfuggire alla Sindrome da Decoupage (quella che porta a diventare casalinghe spettinate in tuta e felpa di pile dedite al collage di pezzi carta da regalo), coltivare passioni che avevamo messo da parte per via degli impegni quotidiani e lavorativi che giustamente, a trent'anni, cominciano a diventare vere e proprie responsabilità.

Tra la formulazione di questo pensiero e la formulazione del numero di Tania, Vanessa e Alessandra è passato giusto un minuto e poche ore dopo erano tutte qui a cena da me, con bruschette fatte al volo, insalata e una bottiglia di vino.
Abbiamo ceduto alla Sindrome di Barbie, anche se l'unica Barbie del gruppo è Tania: quella sindrome per cui, reggendo la bambola per le lunghe gambe si formula la frase con il verbo coniugato all'imperfetto:

Vanessa- Allora io ero una disegnatrice, visto che ho studiato per questo anche se ora lavoro al ---. -
Tania - E io ero una modella, anche se non l'ho mai fatto! -
Io - Io ero una fotografa, magari non brava come il mio papà ma una fotografa lo stesso. -
Alessandra - Io sono molto una truccatrice però se volete vi faccio tutta la coniugazione del verbo essere all'imperfetto lo stesso!-

Nel frattempo la proposta di Motivi era già arrivata a Peyton Place e si trattava di una deliziosa busta color ecrù contenente una T-Shirt avorio, tre spille "ispirative" e tre pennarelli, rosso, rosa porchetta e nero.

Abbiamo fatto un brain storming, ci siamo divise i compiti e tra poco vi mostreremo il risultato in perfetto stile "scrauso ma bello".




Per ora ecco una piccola anteprima di ciò che vedrete e ringraziamo MyMotivi e WeAreSocial per aver contribuito ad allontanare ancora per un po' la Sindrome da Decoupage dalle nostre giornate Peytoniane.

Grazie a tutte le mie stracreative amiche e un messaggio a tutte le altre mie stracreative amiche che non hanno partecipato: purtroppo sarete contattate dallo scrausoteam al più presto!


Con affetto scrauso ma bello,
Tania, Alessandra, Vanessa e Alessandra



7 commenti:

  1. Ah, beh, bi, boh, mmm... non ci ho capito molto Ale, diciamo che non sono un gran che sveglia ultimamente, ma la tua fotografia, con Mio Morbidus e la tua amica Barbie scrausa, e per questo ancora più profondamente bellissima, mi piace assai. Aspetto di vedere di più per capire meglio.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Grazie per la fiducia nonostante tutto! Nonostante il mio essere criptica e cavilloide e nonostante la scrausità!!

    RispondiElimina
  3. La creatività al potere (femminile)!!!

    RispondiElimina
  4. Mai dovesse colpirti la "Sindrome da Decoupage"... avrai la tua t-shirt personalizzata da sostituire alla felpa in pile :-D Curiosa di vedere il risultato della vostra creatività congiunta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna! Quando vedrai il risultato capirai perché non avrei mai potuto fare tutto senza le mie amiche stracreative :-)

      Elimina

♡ Thank you so much for your comment! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ULTIMI PUBBLICATI