mercoledì 16 aprile 2014

Stella McCartney Kids: il plagio

Come recita la famosa canzone, "per fare un tavolo, ci vuole il legno".
Infatti per fare un ricamo ci vuole il cotone colorato, il telaio, le forbici, l'ago, la stoffa e soprattutto un disegno da riprodurre. Si può riprodurre qualsiasi cosa, soprattutto a punto erba: chi non ha avuto una provvidenziale SuorLaura, nella storia della propria infanzia, che gli ha insegnato questo banalissimo punto passe-partout?


Ecco quello che ho fatto io per decorare una T-shir bianca di Teo: ho plagiato la fantastica supergeniale Stella McCartney. Ah io la stra adoro! La sua linea per nani poi è un sogno! 
Perciò come sempre nel segno della scrausità, anziché investire 37 euro per due bodies, ho deciso di rispolverare gli insegnamenti di SuorLaura.




Per fare una prova ho scelto questo topino. Ho fatto lo screenshot e ho stampato su un cartoncino l'immagine che poi ho ripassato con un pennarello nero perché attraverso la stoffa si vedesse meglio. 
Ho infilato la T-shirt nel telaio e ho ricalcato il topino.




Il risultato non è perfettissimo ma la soddisfazione di aver plagiato la Stella è tanta! Indipercui farò anche altri ricami dato che mi è bastata una puntata del Testimone per completarlo, mentre Coinquilino incuffiato produceva suoni elettronici sul divano e Teo gorgheggiava steso nel box. 
Il contesto ideale.

Ovviamente il prossimo è il Dino.

4 commenti:

  1. Clap clap clap (appluso virtuale), che dire, sei favolosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia!!! Grazie!! Sono portata per le cazzate ;)

      Elimina
  2. C'è cioè, mi allontano un attimo dalla blog sfera e cosa fate tutte? Cuccioli!
    Hai anche un Popples!!!! Il mio, bianco, non ho più idea di dove sia. Un bacio!

    RispondiElimina
  3. Ma che bello. Scopro ora il tuo blog e oltre a seguirti proverò a plagiare te ��

    RispondiElimina

♡ Thank you so much for your comment! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ULTIMI PUBBLICATI